Archivi categoria: Italia

Anche a Nardò la cultura non dorme mai!

#NBTW 10 luglio 2014 Nardò

“Nessuna conoscenza, seppur eccellente e salutare, mi darà gioia se l’apprenderò per me stesso. Se mi concedesse la sapienza con questa limitazione, di tenerla chiusa in me, rinunciando a diffonderla, la rifiuterei” Seneca

Ancora una volta Nardò coglie l’occasione per far conoscere le tradizioni che tanto caratterizzano questa terra, è il momento delle invasioni digitali!

Domani, 10 luglio, si celebra “la notte bianca della cultura” e gli invasori non si faranno scappare la chance di valorizzare il patrimonio culturale italiano. A partire dalle ore 20, fino alle ore 2.00, caricate le batterie dei vostri smartphone o tablet e veniteci a trovare a “La Saletta” in Via A. Volta, dove ci sarà un mercato dedicato all’arte contadina.

Questa volta si potrà pubblicare davvero tanto ecco l’elenco le aree tematiche:

#NBTWliterature – poesia, prosa, brani di libri, frasi e citazioni famose o proprie, proverbi… postate brani che vi hanno emozionato, video di voi che leggete un brano (usando Vine o Instagram ad esempio).

#NBTWmusic – brani, video, canzoni popolari.. fate conoscere la musica del vostro territorio, qualcosa che venga da lontano.

#NBTWart – quadri, statue, visite nei musei, gallerie d’arte, esposizioni. Fate vivere l’arte in ogni sua forma, un museo che vi è rimasto nel cuore, un quadro che ci racconti la sua storia.

#NBTWtravel – viaggio attraverso le nostre città, i borghi, i centri storici, le piazze. Se siete in giro per la città partecipate “dal vivo” facendo conoscere il luogo dove vi trovate oppure raccontate per immagini o video quell’angolino d’Italia che proprio vi è rimasto nel cuore.

#NBTWfood – Ricette, consigli, abbinamenti di vino e tutto quello che vi solletica il palato. Fate visitare la vostra terra attraverso la sua gastronomia e i vini che lì si producono.

Le invasioni digitali a Nardò sono organizzate da Francesca Margarito, esperta del mondo social, in collaborazione con Lecce 2019, per Lecce capitale della cultura 2019, e “La Saletta”, dinamica realtà presente in città.

Scegli il tuo hashtag preferito ed aggiungi quello di #lecce2019 e #NBTWNardò.

 

Per una notte da…INVASORI!

Annunci

#Socialgnock of the week per parlare di cultura, viaggi e culture shock…

1260875_417470181725986_8319274427037921047_n-2

#Socialgnock, un gruppo al femminile, caratterizzato dalla spontaneità e dalla voglia di confrontarsi e conoscere idee, progetti, novità… Dal 18 al 24 giugno sono stata “#socialgnock of the week”, una settimana dedicata alle differenze culturali ed ai culture shocks ovviamente.

Vi riporto l’intervista che potete trovare su http://www.stilefemminile.it.

Have fun!

Questa settimana, le pagine Facebook Gooogle+ del gruppo #socialgnock sono gestite da Francesca Margarito, che ci parlerà di CULTURAL SHOCK.  “Il Culture shock consiste nello “scontro” tra la mia normalità e la tua. Ciò che è normale per me è strano per te, o viceversa. Il nostro comportamento, le nostre abitudini, le nostre tradizioni fanno parte di quel patrimonio culturale che acquisiamo durante la nostra vita, non è innato ” … scorpite di più sul suo blog!

Qui trovate la presentazione del gruppo #socialgnock con tutti i link per aderire.

1) CHI SEI?

Sono una salentina che ama la sua terra ma che non si fa sfuggire l’occasione di conoscere nuovi paesaggi, culture e tradizioni. La valigia è sempre pronta, a volte pesa un po’ troppo però J

2) COSA FAI NELLA VITA?

Data la predisposizione delle socialgnock al multitasking ( J ) gestisco un b&b, (nel Salento ovviamente!), organizzo eventi culturali e, negli ultimi anni, mi sono specializzata in social media marketing.

3) QUALI SONO LE TUE PASSIONI?

Lo sport, in particolar modo la pallavolo, (la prima passione e la più intensa)

4) FORSE NON TUTTI SANNO DI TE CHE…

Sono fortissima a calciobalilla! Quando ero adolescente ed andavo in vacanza c’erano ovviamente nei bar i biliardini, affollati da ragazzi. La regola era “chi vince continua a giocare chi perde va via”. Dopo un fila di coppie maschili ci presentavamo io e mia sorella, dato che nessuno inizialmente ci dava credito, l’orgoglio maschile li portava a scommettere qualcosa sul risultato finale. In un’estate abbiamo avuto cena e gelato pagato per due mesi!

5) PERCHE’ HAI DECISO DI ENTRARE IN #SOCIALGNOCK?

Ho trovato le socialgnock quasi per caso, ma dopo aver letto qualche loro post, ho subito deciso che quello era il posto per me: un gruppo dove imparare tanto condividendo anche le mie paure ed aspettative sul mondo del lavoro, dato che sono sbarcata nel mondo del social da poco.

6) COSA RENDE SPECIALE SECONDO TE QUESTA COMMUNITY?

La easytudine, così come amano definirla le fondatrici. Siamo tutte sullo stesso livello, sia chi ha anni di carriera e successi alle spalle, sia chi è neofita del settore. E’ come avere un gruppo di amiche che capiscono le difficoltà tuo lavoro (e non capita spesso!) e sanno consigliarti nei momenti difficili.

7) COME VUOI IL FUTURO DI #SOCIALGNOCK?

Per abitudine non mi creo aspettative, ma noto che dal gruppo possono nascere collaborazioni (come mi è successo) e progetti comuni. Spero di incontrarle tutte personalmente: la passaggio da on-line ad off-line è la parte più divertente!

8) LA TUA CITAZIONE PREFERITA?

“La libertà significa responsabilità, ecco perché in molti la temono.” G. B. Shaw

9) DOVE POSSIAMO SEGUIRTI DA OGGI?

Il social che preferisco sono Twitter, per i suoi 140 caratteri, era già un segno quando al liceo cercavo di scrivere le mie canonico due colonne e mezzo, e google+ perché è ancora tutto da scoprire! Ho un blog dove mi piace raccontare e raccontarmi. Vorrei trasmettere in tutti la voglia di conoscere le altre culture, superare i limiti imposti dalle nostre abitudini e superare i “cultural shock”!

10) FAI UNA FACCIA BUFFA…
Francesca foto buffa
11) GUARDA IN SU GUARDA IN GIU’, DAI UN BACIO A CHI VUOI TU, E SPIEGACI IL PERCHE

MI GIOCO IL JOLLY!!:D

12) SECONDO TE SUI SOCIAL C’E’ BISOGNO DI…

Sui social noto la mancanza di spontaneità. On-line si ha la possibilità di essere davvero sé stessi, perché non approfittarne?

13) E, AL CONTRARIO, C’E’ TROPPA…

La critica NON costruttiva è diffusissima on-line.

14) GRAZIE PER IL TUO TEMPO, CI SIAM DIMENTICATI QUALCOSA?
Ci siamo dimenticati di dire che le socialgnock sono un gruppo meraviglioso! E se l’avevo detto lo ripeto :D

Pronte a partire con Francesca? ;-) Buon Viaggio!

“Un mondo nuovo a due passi da qui” – Rock and Rai – Crifiu

Il Mediterraneo è la culla della civiltà. Nella storia è stato il centro degli interessi economici, ed in questi anni il fervore si sta spostando nuovamente su questa zona del mondo. L’Italia può avere un ruolo strategico, deve cambiare qualcosa nel nostro modo di pensare…

Rock’n’Raï , life and musique / there is a world that , a stone’s throw from here, / is changing the music / themusic is changing . / Rock’n’Raï , life is musique / there is a world that , a stone’s throw from here, / mixes dreams , mixes winds , / mixes languages , deserts and tools. / Rock’n’Raï , life and musique / there’s a new world, a short walk from here / where the king falls , the rais falls / at the rhythm of riqq , darbuka and bendir . / Rock’n’Raï , life is musique / a new world, a short walk from here / is dancing on the waves, dance on the waves / from the sea that bathes the land. The Sea between lands , the Mediterranean Sea / The sea between lands , the Mediterranean Sea. The sea between the lands of the Mediterranean Sea / The sea between lands , the Mediterranean Sea.
It’s a long time that History teaches us/ a free flag is painting of red / it’s a long time that people suffer/ they rebel not to die/ it’s a long time that crazy people at the power creates monsters to defeat them/ it’s a long time that the sea spreads / anger and passion mix with waves
From sea blue it will be back / leaving the wars it will go down to the sea / from the blue sea it will come to us / bringing Peace in the Mediterranean Sea. I Maghreb , turkish , Algerian / Berber , Libyan , greek , Iraqi / I Tunisian , Moroccan I / Syrian , Andalusian , Occitan , Slovene / Montenegrin , Bosnian, Croatian / Palestinian , Israeli , Egyptian / Lebanese me , I Albanian / I Salentino I Italian . Son of the sea which is in the middle of lands / son of lands embraced by the sea / merges history, tradition / culture , memory, music and words. / Rock’n’Raï , life is musique / a New World is a short walk from here / it is dancing on the waves, we dance on the wave / sea that bathes the land. Rock’n’Raï , life and musique / there’s a new world, a stone’s throw from here Rock’n’Raï , life is musique / a new world, a stone’s throw from here Rock’n’Raï , life and musique / there’s a new world, a stone’s throw from here Rock’n’Raï , life is musique / A new world is here.

E’ la Feria!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Avete mai pensato di fare un salto nel passato? Di immergervi in una cultura straniera?

Siviglia, oltre ad essere il fiore all’occhiello dell’Andalusia, offre 7 giorni di pura festa, 24 h su 24h: è LA FERIA! Questa è stata la risposta a qualsiasi quesito durante i miei 7 giorni di soggiorno nella città del Flamenco. La feria de abril cambia data ogni anno in quanto è legata alle fasi lunari che determinano la Pasqua. Durante i 7 giorni la città lavorativa si ferma, ma il Barrio de los Remedios si popola di casetas, grandi stand “privati” che diventano ristoranti, bar e sale da ballo dove si rovescia tutta la popolazione locale. Le casetas sono dei veri e propri “club” familiari  con tanto di buttafuori, l’unico modo per accedere è conoscere qualcuno o individuarne qualcuna pubblica (ma sono veramente poche).

La feria si apre il lunedì, con la prova delle luci della porta d’ingresso nel quartiere, alta circa 50 metri e diversa di anno in anno. Quando varchi quella porta ti sembra di entrare in un’altra dimensione. Le donne, le bambine, le ragazze, indossano il vestito tipico del flamenco. E’ un po’ come indossare l’abito da sposa perché lo si prepara di anno in anno, e molto spesso capita di vedere mamma e figlia con lo stesse fantasie…proprio come nei film! Il reparto maschile indossa i vestiti tipici dell’Argentina di Diego della Vega, ed ovviamente sono tutti a cavallo! Alle 17 tutte le carrozze ed i cavalli escono dal quartiere, addetti alla pulizia disinfettano la zona e si inizia a bere, mangiare e ballare fino all’ultima forza.

Quello che mi ha sempre stupito dei ragazzi spagnoli è la condivisione con la famiglia di tutto ciò che succede! Durante la feria vedrete bambini, anziani, ragazzi ballare tutti insieme, ridere, scherzare…E’ un’emozione unica vedere tutto ciò!

DA BERE: il Rebujito. Prendete una caraffa e tanti bicchieri, ne offrirete ma ve ne offriranno tanto!

DA MANGIARE: bocconcini di vitello con whisky. Unici!

DA BALLARE: Las Sevillanas! Quattro sequenze di passi di flamenco che ripeterete moltissimo…studiate  qualche passo prima di partire, non ve ne pentirete!

Come dicevo prima è molto difficile trovare i negozi aperti, ma, se avete il coraggio di affrontare i 34 piani della Giralda, non perdete il panorama della città! Meglio andare a inizio settimana, la domenica non è molto frequentata, sono tutti stanchissimi della baldoria fatta in settimana.